domenica 29 novembre 2009

La passion de Jeanne d'Arc

Nel 1928 il regista danese Carl Theodor Dreyer girò un film in Francia su Giovanna D'Arco, o meglio sul suo processo e sulla sua condanna a morte, basandosi sui veri atti processuali.
Il film, La Passion de Jeanne d'Arc, è praticamente una serie quasi ininterrotta di primi piani sul volto dell'attrice protagonista Marie Falconetti, che per girare questo film accettò di farsi radere i capelli e di farsi fare un vero salasso, e che si immedesimò talmente nel ruolo della Pulzella, tormentata dai suoi accusatori e dai suoi giudici, da beccarsi anche un mezzo esaurimento nervoso.

Quando mi sono posto la sfida di produrre una finta locandina per questo film ho avuto subito chiaro che ci sarebbe voluto un primo piano della protagonista. L'immagine riprende un fotogramma alla fine del film, quando Giovanna D'Arco è ormai già sul rogo. Non me la sono sentita di partire da uno dei momenti dell'interrogatorio, perchè ero (e sono) convinto di non essere in grado di riprodurre la tensione ed il tormento (e neppure la speranza) che venivano fuori dall'interpretazione della Falconetti.




La tentazione di ricorrere, per questa finta locandina, ad un bianco e nero che riprendesse il bianco e nero del film è stata forte. Alla fine ho deciso di utilizzare dei toni di blu, con l'aggiunta di pochi altri colori.


Si è verificato un errore nel gadget